Minestra alle patate, zenzero e pepe 4 stagioni

Dosi per 4 porzioni

Tempo di preparazione 1 h 50 minuti

Ingredienti

  • 1 carota
  • 1 cipolla bianca
  • ½ gambo di sedano
  • 650 gr di patate
  • olio evo
  • noce moscata q.b.
  • 1 rametto di prezzemolo fresco
  • sale q.b.
  • pizzico di origano secco
  • pizzico di zenzero in polvere
  • 1 litro di acqua
  • 1 cubetti di burro aromatizzato al rosmarino
  • 2 fette di pane o crostini
  • pepe 4 stagioni in polvere

Utensili

  • pendola media
  • coltello da cucina
  • forchetta
  • padella piccola
  • mestolo

Preparazione

La minestra si e’ largamente diffusa per la sua gradevolezza al palato e per la sua economicità. In origine la minestra era un piatto di popolazioni rurali, arricchito per le festività sulle tavole dei signori.

Cominciamo a tagliare a trito le nostre verdure e preparare la nostra pentola sul fuoco basso con 5 cucchiai da cucina di olio evo.

Una volta caldo olio ci poniamo dentro la pentola le nostre erbe tagliate per suggellarne il sapore 5 minuti.

Patate pelate e tagliate a macedonia, le poniamo all’interno della nostra pentola con dell’acqua e portiamo in bollitura.

Mettiamo a bollire a fuoco medio per 15 minuti circa per poi metterci il nostro gambo di prezzemolo lavato per dare del gusto.

Assaggiamo e cominciamo a mettere un pizzico di noce moscata, dopo 10 minuti anche il pizzico di zenzero in polvere.

Attendiamo che il liquido si ingiallisca e con una forchetta al bordo della pendola schiacciamo 10 cubetti di patate, così che il liquido diventi più denso. Aggiungiamo un cucchiaio di olio evo.

Prendiamo una padella e a fuoco lento sciogliamo il burro aromatizzato al rosmarino e rendiamo croccanti i nostri crostini di pane.

Assaggiamo la minestra e saliamo q.b. , direi di iniziare con un pizzico di sale. Riassaporiamo dopo 5 minuti per verificare se serve altra noce moscata e sale q.b. . Se le patate sono cotte possiamo spengere il gas e far riposare per 10 minuti.

Pronto per impiattare e degustare, aggiungere pepe 4 stagioni q.b. direttamente nel piatto.

Buon appetito!